Sondaggio Politico-Elettorale

DEMOPOLIS, Europee 2009. Le intenzioni di voto degli italiani: PDL al 41%, PD al 26%.

Pubblicato il 29/4/2009.

Autore:
Istituto Demopolis

Committente/ Acquirente:
Osservatorio Politico DEMOPOLIS, diffuso e pubblicato da LibertÓ, Il Tirreno, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione, La Provincia Pavese, Il Mattino di Padova, La Nuova Sardegna, La Sicilia, Fatti, Alto Adige

Criteri seguiti per la formazione del campione:
Campione casuale rappresentativo dell'universo di riferimento, stratificato per classi di etÓ, sesso, titolo di studi, ampiezza demografica del comune ed area di residenza

Metodo di raccolta delle informazioni:
Metodologia CATI-CAWI

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:
1.020 intervistati. Universo di riferimento: cittadini maggiorenni residenti in Italia

Data in cui Ŕ stato realizzato il sondaggio:
Tra il 26/04/2009 ed il 28/04/2009


QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Se si votasse oggi per le Elezioni Europee, a quale partito darebbe la sua preferenza?.

Risposta: Secondo le stime sulle intenzioni di voto per le Europee, registrate dall'Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, se ci si recasse oggi alle urne, il PDL di Berlusconi e Fini si attesterebbe al 41%, superando con la Lega la soglia del 50%, mentre il PD di Franceschini, in ripresa negli ultimi giorni, otterrebbe il 26%. In lieve aumento i consensi della Lega, dell'IdV e dell'UdC.


In uno scenario ancora fluido caratterizzato da un'alta percentuale di indecisi il Popolo delle LibertÓ appare in crescita, mentre il Partito Democratico, superato il rischio di sfaldamento, riprende quota cercando di recuperare una parte del proprio elettorato deluso e fortemente tentato dall'astensionismo. Si riscontra ancora, comunque, una vasta incertezza negli orientamenti dei cittadini, oltre un terzo dei quali non Ŕ ancora a conoscenza dell'imminente consultazione elettorale.





CONTRIBUTI CONCLUSIVI


Testo conclusivo:
Nella fotografia scattata da DEMOPOLIS sul voto degli italiani, PdL al 41%, con la Lega Nord al 9,5%. PD intorno al 26%, con l'Italia del Valori al 7,5%. Buona conferma, al 6,5%, per l'UdC di Casini. A rischio invece le liste di sinistra, per il momento sotto la soglia del 4%. Pur in risalita rispetto alle Politiche, si dividono tra loro i consensi Sinistra e LibertÓ (3%) e Rifondazione con i Comunisti Italiani (2,5%). Intorno al 3%, infine, a livello nazionale, il recente cartello elettorale per l'Autonomia, costituito dalla Destra di Storace e dal MpA di Raffaele Lombardo. Sotto l'1% gli altri partiti. Nota metodologica. L'indagine, diretta da Pietro Vento con la collaborazione di Giusy Montalbano e Marco Tabacchi, Ŕ stata realizzata dal 26 al 28 aprile dall'Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, specializzato nel campo della ricerca sociale, politica ed istituzionale e nelle indagini demoscopiche sui valori, le tendenze e gli orientamenti dell'opinione pubblica nazionale.


INDIETRO