Sondaggio Politico-Elettorale

DEMOPOLIS, Europee 2009. Intenzioni di voto degli italiani.

Pubblicato il 14/5/2009.

Autore:
Istituto Demopolis

Committente/ Acquirente:
Osservatorio Politico DEMOPOLIS, diffuso e pubblicato dai quotidiani LibertÓ, La Sicilia, La Gazzetta di Mantova, Il Tirreno, Trentino, La Provincia Pavese, La Gazzetta di Modena, La Nuova Sardegna, Il Messaggero Veneto, Fatti, Italia Informazioni

Criteri seguiti per la formazione del campione:
Campione casuale rappresentativo dell'universo di riferimento, stratificato per classi di etÓ, sesso, titolo di studi, ampiezza demografica del comune ed area di residenza

Metodo di raccolta delle informazioni:
Metodologia CATI-CAWI

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:
840 intervistati. Universo di riferimento: cittadini maggiorenni residenti in Italia

Data in cui Ŕ stato realizzato il sondaggio:
Tra il 10/05/2009 ed il 13/05/2009


QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : Se si votasse oggi per le Elezioni Europee, a quale partito darebbe la sua preferenza?.










CONTRIBUTI CONCLUSIVI


Testo conclusivo:
PDL al 40%, PD al 25,5%, Lega al 10,5 Ancora incerto oltre un quinto degli elettori Dati tendenzialmente stabili nelle intenzioni di voto degli italiani per le Europee: Ŕ quanto emerge dalla prima indagine nazionale realizzata dall'Istituto di Ricerche DEMOPOLIS dopo la vicenda Lario-Berlusconi e le polemiche per i provvedimenti sul reimpatrio degli immigrati clandestini sulle coste libiche. Il PDL, rispetto alle stime di fine aprile, perde circa un punto percentuale, attestandosi al 40%, mentre cresce ulteriormente il consenso per la Lega al 10,5%. In linea con le rilevazioni precedenti gli altri partiti: il PD, al 25,5%, non riesce ancora ad intercettare incerti e delusi, un segmento dei quali - sia pur tentato dall'astensionismo - opta per l'IdV (al 7,5%) o per una delle due liste di Sinistra che, divise, si attestano entrambe intorno al 3%. Al 6% l'UdC; in lieve risalita, al 3,5%, il cartello dell'Autonomia. Con una campagna elettorale che stenta ad entrare nel vivo, il risultato finale - secondo i ricercatori dell'Istituto Demopolis - sarÓ determinato dalla percentuale di affluenza alle urne e dalla scelta di chi deciderÓ solo negli ultimi giorni. Possibili molte sorprese in un voto, come quello per le Europee, che assume da sempre in Italia un significato prevalentemente politico e d'opinione. Nota metodologica L'indagine, diretta da Pietro Vento con la collaborazione di Giusy Montalbano, Ŕ stata realizzata dell'Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco Elio Tabacchi; Maria Sabrina Titone ha contribuito all'analisi dei dati.


INDIETRO